ENDURO VIETATO IN ITALIA

15 Dicembre 2021 622 Views

“Enduro vietato in Italia”: è il titolone più diffuso sui blog e tra le pagine dei giornali specializzati. Il punto vero è… ma quando mai è stato permesso?

Ci sono state di recente alcune revisioni ad alcuni decreti che hanno fatto suonare i campanelli d’allarme: aiuto! L’enduro è vietato in Italia! Non possiamo più farlo! Di fatto non è davvero cambiato nulla.

L’hard enduro, il girare liberamente per i boschi e per le mulattiere in Italia è “generalmente” vietato.

In due gazzette trovi le norme di riferimento:
GAZZETTA UFFICIALE, 20 APRILE 2018
In questa gazzetta è stato pubblicato il decreto legislativo del 3 aprile 2018, n°34. É il testo unico in materia di foreste e filiere forestali. Qui capirai che il transito è permesso solo a mezzi che devono lavorare nei boschi. Non a chi vuole divertirsi in moto.
GAZZETTA UFFICIALE, 1 DICEMBRE 2021
In questa gazzetta trovi un decreto più recente che non cambia le cose. A pag 32 troverai le: “Disposizioni per la definizione dei criteri minimi nazionali inerenti agli scopi, le tipologie e le caratteristiche tecnico-costruttive della viabilità forestale e silvo-pastorale, delle opere connesse alla gestione dei boschi e alla sistemazione idraulico-forestale”.

Se cerchi un paragrafo o una frase dove si parli di moto o di enduro… rimarrai deluso. Non se ne parla qui, non se ne è mai parlato prima, non è mai stato permesso.

Che cosa vuol dire che “generalmente” è vietato fare enduro?

Uno spiraglio lo troviamo a livello regionale.
Sono infatti le Regioni e gli Enti preposti a disciplinare in ultima istanza il passaggio delle due ruote su tratti non asfaltati.
Spetta alle Regioni valutare gli effetti della fruizione pedonale, cicloturistica o con mezzi motorizzati diversi da quelli forestali su strade, piste e sentieri.

In generale, sulle strade bianche (gli stradoni, non fare il furbo) il passaggio è ammesso. Andare su e già nelle colline o nelle mulattiere, normalmente non è amesso.

Gli enduristi però sanno anche essere educati e rispettosi dell’ambiente e, anche per questo motivo, la loro presenza è tollerata.

É difficile normare una attività come quella enduristica, la convivenza è assolutamente possibile e spetta anche tutti noi, appassionati del gas e delle ruote tassellate, comportarci sempre in modo più che civile.

Condividi questo post con i tuoi amici!
Categoria del sito
Di tutto
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *