Come raddrizzare un radiatatore

17 Novembre 2022 1566 Views

Hai piegato il radiatare della tua moto? Ti spiego come fare per raddrizzarlo. O, meglio, ti racconto che cosa è successo a me e quello che ho fatto.

Durante una uscita in enduro con i miei compagni di merende sono caduto andando ad appoggiare il radiatore sinistro della moto su un tronco che sporgeva. Purtroppo la botta ha piegato all’indietro il radiatore e l’ha imbarcato facendolo sembrare una “esse”.

La botta ha spaccato anche parte delle plastiche. Il radiatore però non perdeva acqua. Era solo storto.

Che cosa faccio? Provo a raddrizzarlo oppure no?

Ho chiesto agli “amici di Instagram” e c’erano due schieramenti:

  1. Lascialo così. Non fare danni. Se funziona, non perde e lavora bene, perchè smontarlo con il rischio di romperlo?
  2. Smontalo, scaldalo e raddrizzalo. É facilissimo.

 

É davvero facile raddrizzare un radiatore? Sì. Però non lo sai se non l’hai mai fatto e la paura di fare dei danni, c’è.

Ad ogni modo mi sono armato di buona volontà, ho svuotato l’impianto dal liquido refrigerante, allentato le fascette e staccato il radiatore storto.

Dopodichè ho cercato di capire come posizionarlo su una superficie piana in modo che, battendolo, si potesse raddrizzare. E l’ho fissato una minima.

La parte centrale e fondamentale l’ho eseguita con una pistola ad aria calda (la trovi a 30€).

L’alluminio è davvero molto malleabile quando si scalda. Ho utilizzato la pistola per poco più di un minuto passandola avanti e indietro sull’intera superficie. Poi, con un martello di gomma e un blocchetto di legno (è più elastico di altri materiali e “scarica” più dolcemente i colpi) ho cominciato a battere con una certa forza.

Il risultato lo vedi nel video: sono riuscito a raddrizzare perfettamente il radiatore. Con questa tecnica non si dovrebbe rompere. C’è anche chi dice che se c’è una perdita vuol dire che si era già rotto con la caduta.

Le lamelle sono poi un po’ storte? Beh, lì non ci puoi fare molte e non devi nemmeno fare molto: servono a far raffreddare più velocemente i radiatatori e si piegano facilmente, basta toccarle dentro. A volte si piegano anche solo con l’utilizzo dell’idropulitrice, fai attenzione.

 

 

 

Condividi questo post con i tuoi amici!
Categoria del sito
Manutenzione moto
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *